Gli impianti di allarme stanno assumendo un ruolo sempre più importante nella difesa delle abitazioni, oltre che delle aziende

L'esperienza insegna che qualsiasi difesa fisica, per quanto robusta, può essere violata da un malvivente dotato di tempo e attrezzature sufficienti. Ecco perché si deve necessariamente prevederere l’installazione di un sistema di allarme antintrusione che si attivi non appena i malviventi iniziano l'attacco. In questo modo vengono allertate le forze di pronto intervento, che possono giungere rapidamente sul posto e bloccare l'intrusione in corso. Vediamo i 5 fattori chiave da non sottovalutare

1. Analisi del rischio

Ogni abitazione è connotata da un proprio rischio‐furto. Il grado di rischio si valuta in base all'ubicazione, al tipo di stabile, al grado di protezione fisica dato da porte e finestre e alla presenza di beni di valore.
2. Il tipo di impianto: con fili, senza fili, misto
I sistemi cablati con fili sono considerati i più affidabili in quanto meno soggetti a falsi allarmi.
D’altra parte, la semplicità di installazione dei sistemi senza fili (wireless, via radio) e la possibilità di modificarli nel tempo senza opere murarie fanno spesso preferire quest'ultimo tipo di impianto.
Esistono oggi anche impianti misti che uniscono l’affidabilità dei cablaggi alla flessibilità e minore invasività dei wi-fi
3. L’installatore qualificato
Per fugare ogni dubbio circa l'affidabilità di un impianto d'allarme, bisogna accertarsi che l'intero sistema di sicurezza (centrale, rilevatori, dispositivi d'allarme) vengano pensati e realizzati da un istallatore qualificato, con comprovata e pluriennale esperienza.
4. Il progetto “su misura”
Oltre il 70% dell'efficacia di un sistema d'allarme, si deve alla corretta progettazione e installazione, effettuate da aziende specializzate. Non bisogna fidarsi di chi propone soluzioni o linee di intervento standard e non è in grado di rilasciare, a fine lavori, il Certificato di Installazione e di Collaudo.
Per quanto riguarda, in particolare, la progettazione, deve essere sempre studiata "su misura", proprio come si farebbe per un abito, in base alle caratteristiche dell'abitazione.
5. Allarme e pronto intervento
Affinché gli allarmi non suonino a vuoto e l'azione furtiva sia intercettata e bloccata, è necessario che l'impianto sia in grado di segnalare il tentativo di intrusione a un Istituto di Vigilanza privato o alle Forze dell'Ordine. Solo così può esserci un intervento tempestivo che consente di cogliere in flagrante il ladro e recuperare la refurtiva.
Tuttavia, questa segnalazione di pericolo è possibile solo se l'impianto è dotato di un combinatore telefonico, il dispositivo che invia l'allarme, attraverso messaggi preregistrati, sia al proprietario, sia ai vigilanti.

CONTATTACI SUBITO

Pubblicato in Archivio
Lunedì, 22 Febbraio 2016 14:40

50 milioni per la vigilanza nei musei

Nel 2015 sono diminuiti i furti beni culturali statali
ma sono aumentati del 20,4% gli scavi clandestini. Lo Stato sta rispondendo con un programma triennale di interventi, per la prima volta compresi in un progetto speciale, finanziato con 50 milioni di euro.

LEGGI L'ARTICOLO

Pubblicato in Archivio
Martedì, 19 Gennaio 2016 09:39

Presenti sul portale Vista Casa

Interessante per architetti e designer: impianti di allarme

20.03.15 VISTA CASA è una rivista di arredamento, design e architettura dedicata al territorio del Friuli Venezia Giulia. Il portale, unico anch'esso, è una sofisticata vetrina web dedicata a privati, aziende e professionisti.

VISTA CASA

Pubblicato in Archivio
Martedì, 19 Gennaio 2016 09:33

Il primo anno di attività

Dome compie un anno – intervista al Presidente Massimiliano Magon 

01.04.15 A distanza di un anno di attività si tirano le fila di ciò che è avvenuto: Dome ST infatti ha messo salde radici in territorio friulano, ma non solo, e si configura oggi come un’azienda dinamica, tecnologicamente all’avanguardia e in crescita costante.Il bilancio di questo primo anno è positivo” – racconta il Presidente Massimiliano Magon “siamo soddisfatti del lavoro svolto, della qualità dei risultati e del numero di clienti in continuo aumento. Dopo il fallimento del 2013, Dome è tornato ad essere un marchio garanzia di qualità e professionalità cui affidarsi di buon grado per tutelare la propria sicurezza” Sono più di 200mila i chilometri percorsi dai mezzi aziendali in questi 365 giorni ed il servizio dei tecnici specializzati è attivo sempre, 24 ore su 24. “Ma non è solo dal punto di vista tecnico che possiamo dirci orgogliosi di questa azienda” continua Magon, “punto di forza è essere riusciti a garantire dalla fase di start up ben 8 nuove assunzioni a tempo indeterminato, che presto verranno raggiunte da altre”. 

LEGGI L'ARTICOLO

Pubblicato in Archivio
Venerdì, 15 Gennaio 2016 14:22

Legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) ha prorogato al 31 dicembre 2016 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare. Dal 1° gennaio 2017 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare

In particolare si veda il punto F pag. 8 dell'allegato     GUIDA PRATICA
F) Interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi. Per “atti illeciti” si intendono quelli penalmente illeciti (per esempio, furto, aggressione, sequestro di persona e ogni altro reato la cui realizzazione comporti la lesione di diritti giuridicamente protetti).

CONTATTACI SUBITO

Pubblicato in Consulenza
Venerdì, 15 Gennaio 2016 13:58

Privacy e Videosorveglianza

L'adozione di sistemi di videosorveglianza è in crescita costante.
Questi sistemi trattano dati personali come la voce e l'immagine che sono da considerarsi, in base alla Direttiva 95/46/CE ed alla normativa italiana, informazioni riferite ad una persona identificata o identificabile. Le dimensioni assunte dal fenomeno, soprattutto grazie alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie, hanno spinto il Garante ad intervenire per individuare un punto di equilibrio tra esigenze di sicurezza, prevenzione e repressione dei reati, e diritto alla riservatezza e libertà delle persone. 

CONTATTACI SUBITO

Nel luglio del 2000 è stata portata a termine la prima indagine sulla presenza di telecamere visibili in Italia. Nel novembre 2000 il Garante ha emanato delle linee guida contenenti gli indirizzi per garantire che l'installazione di dispositivi per la videosorveglianza rispetti le norme sulla privacy e sulla tutela della libertà delle persone, in particolare assicurando la proporzionalità tra mezzi impiegati e fini perseguiti. La materia è stata poi ulteriormente regolata da due provvedimenti generali del Garante, emanati rispettivamente nel 2004 e nel 2010, che contengono prescrizioni vincolanti per tutti i soggetti che intendono avvalersi di sistemi di videosorveglianza e precise garanzie per la privacy dei soggetti i cui dati vengano eventualmente raccolti e trattati tramite tali sistemi. Il provvedimento del 2010, in particolare, sostituisce il precedente e lo integra tenendo conto delle più recenti disposizioni normative in materia e delle possibilità offerte dalla nuove tecnologie. Una speciale attenzione è dedicata alle garanzie sul fronte dell'informazione ai soggetti che transitano in aree videosorvegliate (sempre obbligatori i cartelli informativi, salvo nel caso di telecamere installate a fini di sicurezza pubblica) e ai limiti per la conservazione dei dati raccolti tramite telecamere e videosorveglianza, che può superare le 24 ore solo in casi particolari (indagini di polizia e giudiziarie, sicurezza degli istituti di credito, ecc.). A ciò si aggiunga lo Statuto dei Lavoratori che regolamenta l'installazione di tali sistemi nei luoghi di lavoro.

Per tali normative Dome ST fornisce un servizio di consulenza dedicato.

PROVVEDIMENTO VIDEOSORVEGLIANZA 08.04.2010

Pubblicato in Consulenza
Venerdì, 15 Gennaio 2016 13:53

Sistemi Nebbiogeni

Sistemi Nebbiogeni

Proponiamo apparati innovativi che rivoluzionano il concetto di antifurto: i nebbiogeni Aura rappresentano una difesa attiva che respinge fisicamente i ladri togliendo loro la vista e avvolge in pochi secondi i vostri beni in una nebbia impenetrabile che costringe i malviventi a fuggire.

RICHIEDI PREVENTIVO

I nebbiogeni Aura che abbiamo scelto di proporre alla nostra clientela si integrano facilmente a qualunque sistema di allarme già esistente, o possono essere installati autonomamente.
Ne esiste un’ampia gamma, studiata con particolare attenzione alle dimensioni ridotte e al design, con l’intenzione di non impattare all’interno degli ambienti, siano questi negozi, case o appartamenti.

Conosci meglio il nebbiogeno Eos su aurasicurezza.com

Pubblicato in Prodotti
Venerdì, 08 Gennaio 2016 15:17

Chi siamo

Dome Security Technologies Srl: impianti di allarme a Udine e in Friuli Venezia Giulia
La società Dome Security Tecnologies si occupa della progettazione, realizzazione e manutenzione di sistemi di sicurezza per la casa e per l'azienda.
Divisione tecnologica di un gruppo operante nel settore della sicurezza da oltre 40 anni.

Gestiamo le fasi di progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti di allarme e sicurezza e della predisposizione di sistemi attivi e passivi a protezione dei locali per privati, aziende, locali commerciali e di spettacolo, strutture ospedaliere, enti pubblici ecc.
Forniamo impianti antintrusione da interno, esterno, controllo presenze, tvcc, antincendio, rilevamento incendi ed evacuazione, sistemi satellitari, antitaccheggio, automazione e controllo.

I nostri consulenti sono in aggiornamento continuo per proporre sempre le soluzioni maggiormente adatte alle esigenze del cliente.
La fase progettuale e di preventivo è assolutamente gratuita e il cliente può scegliere varie forme di acquisto o leasing e diverse proposte di sistemi in comodato con un canone mensile fisso e comprensivo della manutenzione.

Grazie alla solida esperienza nel settore della sicurezza è stata inoltre recentemente creata una specifica DIVISIONE RESIDENZIALE per rispondere con precisione ed efficienza alle esigenze dei singoli e delle famiglie quali utenti privati. 
Dome Security Technologies diventa quindi un unico interlocutore per le aziende e per i privati, e garantisce sistemi di sicurezza completi e affidabili.

CONTATTACI SUBITO